BTP ITALIA DISPONIBILI PER IL MERCATO RETAIL DAL 18 AL 21 MAGGIO



MONDO BINCK

BTP Italia “serie speciale”
Per supportare  tutte le misure adottate a sostegno della sanità e della ripresa economica, il Ministero dell'Economia e delle Finanze si appresta ad emettere una nuova edizione dei BTP Italia dalla durata questa volta di 5 anni, rispetto agli 8 della precedente emissione. Nelle giornate comprese dal 18 al 20 maggio (il 21 è riservato agli istituzionali), gli investitori retail potranno aderire all'offerta con il tradizionale investimento minimo di 1.000 euro.

Per la clientela retail non sono previsti limiti o tetti all'emissione, né di importo né temporali (chiusura anticipata), tutte le richieste saranno quindi soddisfatte.

Un’opportunità?
La prima annotazione è che il cosiddetto “premio fedeltà” per chi sottoscrive i nuovi Btp Italia nella fase di collocamento mantenendoli poi fino alla scadenza, viene raddoppiato, passando dallo 0,4% allo 0,8% del valore di rimborso. Ma non basta, la durata dell’investimento per accedere al bonus scende a 5 anni, più che raddoppiando quindi l’incidenza del bonus sul periodo di detenzione:
• Nuovo BTP Italia: 0,8% di bonus su 5 anni
• Precedente emissione: 0.4% su 8 anni
Le altre due fonti di redditività rimangono quelle previste dai BTP Italia, cioè l’importo della cedola reale, e la rivalutazione legata all'inflazione così da proteggere il potere di acquisto dei risparmi investiti.

Tutti i proventi poi subiscono una tassazione agevolata al 12,5% come gli altri titoli di stato.

Le misure dell’operazione
Da poche settimane è arrivata a scadenza una delle più ampie emissioni di BTP Italia, ovvero la tranche collocata nel 2014 e che aveva raccolto oltre 20 miliardi di euro, circa la metà da investitori retail. Data anche la grande liquidità presente nei portafogli retail, lo Stato ritiene di superare i numeri di cui sopra. La possibilità di acquistare i BTP Italia attraverso la propria piattaforma di trading ha sempre agevolato il collocamento sulla clientela retail, ci aspettiamo lo stesso avvenga con questa emissione “speciale”.

Come sottoscrivere il BTP Italia con BinckBank
BinckBank non applica nessun costo per la sottoscrizione del BTP Italia. 
L’unico costo eventualmente che il cliente dovrò sostenere sarà nel caso in cui decida di vendere il titolo prima della data di scadenza: in tal caso pagherà la normale commissione prevista dal suo profilo commissionale per operazioni effettuate su Borsa Italiana.

Per coloro che fossero interessati all'apertura del conto trading con noi, ricordiamo che non sono previsti costi di apertura, gestione e chiusura del conto e non ci sono costi né per il trasferimento di liquidità né per la custodia o amministratori dei titoli. Avranno inoltre la possibilità di approfittare del servizio di regime del risparmio amministrato: in questo caso Binck agisce in qualità di “sostituto d’imposta1” ed il cliente non dovrà gestire le imposte in sede di dichiarazione dei redditi. 

Per saperne di più
Scheda informativa BTP Italia 16^ emissione
Nota per gli operatori di mercato
Faq su BTP Italia


DISCLAIMER
Prima dell’adesione, si raccomanda di consultare la Scheda informativa dell’emissione e tutta la documentazione ufficiale sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze www.mef.gov.it/btpitalia

A fronte del servizio reso dagli intermediari, tra cui BinckBank N.V., durante la Prima Fase del Periodo di Distribuzione del BTP Italia, il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) riconoscerà una commissione proporzionale pari al 5 per mille dell’ammontare nominale complessivo raccolto in questa fase, commissione che spetterà esclusivamente agli intermediari che prestano il servizio di investimento nei confronti dell’acquirente finale del titolo. 

Si raccomanda di prendere visione dei rischi connessi agli investimenti e dei rischi specifici degli strumenti finanziari di cui alla documentazione informativa messa a disposizione sul sito di BinckBank N.V. Si ricorda che i titoli di stato sono strumenti soggetti a rischio di interesse, rischio di spread creditizio e rischio di insolvenza dell’emittente (il c.d. rischio sovrano generalmente apprezzato attraverso il rating assegnato all'emittente sovrano).

A ogni singola operazione di vendita, Binck calcola la plusvalenza o minusvalenza e il relativo credito d’imposta o imposta sostitutiva.
Quando, detratto l’eventuale credito d’imposta pregresso, risulta un ulteriore utile, viene addebitata l’imposta sostitutiva; se invece, il cliente ottiene una minusvalenza Binck, calcolerà il credito d’imposta aggiuntivo del cliente che potrà essere utilizzato per compensare le imposte dovute sulle successive plusvalenze.

Per restare aggiornato su tutte le attività formative di Binck

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER MENSILE GRATUITA


BinckBank N.V. non presta in Italia servizi di consulenza e gestione portafogli. Le informazioni eventualmente fornite non contengono e non si deve in alcun modo ritenere che contengano raccomandazioni o consigli in ambito d investimenti forniti da BinckBank N.V. Le informazioni fornite non devono essere intese quali raccomandazioni personalizzate a un cliente, riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario in quanto diffuse tra il pubblico mediante canali di distribuzioni di massa. BinckBank N.V. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all'impiego di tali informazioni. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze ed obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non è stata condotta in base ai requisiti normativi previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una mera comunicazione in ambito di marketing. Le informazioni basate su dati storici passati non costituiscono un indicatore affidabile di eventuali possibili risultati futuri. Si raccomanda di prendere visione dei rischi connessi agli investimenti e dei rischi specifici degli strumenti finanziari di cui alla documentazione informativa messa a disposizione sul sito di BinckBank N.V. Le perdite possono essere superiori al capitale investito.


MESSAGGIO PUBBLICITARIO CON FINALITÀ PROMOZIONALE – Maggiori informazioni e fogli informativi inerenti i singoli servizi offerti e rischi connessi sono disponibili su www.binck.it. Questo annuncio non costituisce un’offerta di vendita né una sollecitazione all'investimento. 

Si raccomanda di prendere visione dei rischi connessi agli investimenti e dei rischi specifici degli strumenti finanziari di cui alla documentazione informativa messa a disposizione sul sito di BinckBank N.V. Le perdite possono essere superiori al capitale investito.

articoli più letti

decreto consob
DELIBERA CONSOB N. 21303

18 marzo 2020



banca sicura 2020
BANCASICURA 2020: BINCKBANK SI CONFERMA BANCA A 5 STELLE!

03 gennaio 2020



BinckBank N.V. - Succursale Italiana - Sede legale 20134 Milano Via G. Ventura, 5 - Cod. ABI 3423.1 - P.Iva 07546180964 - Codice Fiscale 93033680153 n. iscrR.I: Milano 1966215 - BinckBank è una Banca Olandese, parte del Gruppo Danese Saxo Bank - Aderente al Sistema di garanzia dei depositi dei Paesi Bassi e al Sistema di Compensazione e Garanzia degli investimenti dei Paesi Bassi - BinckBank N.V. è autorizzata e regolata dalla Banca Centrale Olandese (DNB) e dalla Autorità Olandese di Vigilanza dei Mercati Finanziari (AFM) - BinckBank N.V. Succursale Italiana è vigilata dalla Banca d’Italia e dalla Consob.