L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE PER IL TRADING


Il trading per chi comincia

 14 febbraio 2019
Andrea Fiorini


MONDO TRADING

Il 90% degli aspiranti trader non ha specifiche competenze finanziarie, ma viene attratta dal trading online da aggressive pubblicità, da amici o conoscenti che esagerano le loro performance, da un “sentito dire” che fa di questa attività un mito. Un mito che, se concretizzato, potrebbe essere in grado di sostituirsi a un lavoro che non soddisfa o di fornire una cospicua integrazione del reddito.

Il percorso che quindi il trader aspirante e neofita è questo: raccoglie informazioni da amici, girando su Internet, leggendo qualche libro pescato a caso, poi va sul sito di un broker “che gli piace”, apre un conto con pochi soldi, scarica la piattaforma e nella stessa giornata effettua uno o più ordini. Così, senza sapere bene perché, senza avere chiaro come si sceglie un titolo su cui investire.

A volte il caso lo aiuta, il più delle volte nel giro di breve tempo lo punisce e i soldi si volatilizzano. Chiude quindi il conto o lo abbandona, e inizia a seguire qualche corso o a leggere altri libri.

La prima domanda che poniamo all’aspirante trader è questa: perché non invertire questo percorso perdente? Perché non studiare prima e iniziare a operare dopo aver studiato, invece di fare il contrario rimettendoci dei soldi? Quando acquistate una lavatrice o un televisore nuovo, non solo sicuramente perdete le notti su Internet o i giorni nei negozi per scegliere il modello migliore, ma una volta acquistato investite almeno qualche ora del vostro tempo per studiare il libretto delle istruzioni. La seconda domanda è: perché a una cosa così importante come gestire e proteggere i vostri soldi – da cui spesso dipende il vostro futuro e quello della vostra famiglia – non dedicate la stessa attenzione? Fatta questa premessa, arriviamo al punto. Per fare trading online bisogna studiare. Tanto, continuamente e con attenzione. La formazione è quindi fondamentale.

Perché è così importante? Semplice: quando siete davanti alla vostra nuova fiammante piattaforma operativa, cosa fate? Come scegliete i titoli su cui investire? Perché quei titoli e non altri? E con che tempistica, con quali obiettivi a breve, medio e lungo termine, con quale strategia? Sulla base di quale profilo di rischio, di quali competenze? E soprattutto, avete un piano B finanziario nel caso in cui i vostri investimenti non dovessero andare a buon fine?

I CINQUE PILASTRI DELLA FORMAZIONE NEL TRADING ONLINE
Se avete una risposta chiara a tutte queste domande, potete smettere di leggere questo articolo e andare a fare trading. Se invece non l’avete, ecco i cinque pilastri fondamentali della formazione nel trading online.

Per fare trading dove conoscere bene:
  1. l'analisi tecnica;
  2. l'analisi fondamentale (soprattutto se intendete operare con le azioni);
  3. i meccanismi di funzionamento dei mercati su cui intendete operare (orari, variabili che li influenzano, eventuale presenza di market maker e loro ruolo, etc.);
  4. i meccanismi di funzionamento degli strumenti finanziari su cui intendete operare (azioni, obbligazioni, derivati, forex, strumenti OTC);
  5. il funzionamento della piattaforma operativa con cui intendete operare e gli strumenti messi a disposizione dal vostro broker.

Vi sono vari modi per acquisire queste competenze: libri, webinar, corsi di formazione gratuiti e a pagamento. Ciò che conta però è che la vostra formazione segua un percorso logico. Immaginate questo percorso come la preparazione a un esame universitario: avete un argomento, avete vari strumenti didattici a vostra disposizione e dovete raggiungere uno scopo, dovete metterci impegno. L’unica cosa diversa da un esame universitario è che ogni trader arriva a un punto del suo studio in cui ha acquisito conoscenze ed elaborato una o più strategie che trova corrispondenti al proprio profilo, scremando durante il percorso ciò che ha ritenuto utile e arrivando a isolare quel mercato, quei titoli, quei software con cui si è sentito più sicuro e coi quali ha ottenuto risultati soddisfacenti.

Ciò significa che le competenze fornite dallo studio devono essere elaborate da ognuno secondo il proprio profilo di rischio, secondo le proprie attitudini e secondo le proprie disponibilità di tempo e di capitali.

IL PERCORSO PROPOSTO DA BINCK

Da che parte iniziare a studiare, quindi? Una buona base di partenza sono sempre i libri, in particolare i manuali di analisi tecnica. Ve ne sono molti introduttivi, ma le “bibbie” sono sostanzialmente due: “Analisi tecnica dei mercati finanziari” di John J. Murphy e “Analisi tecnica dei mercati finanziari” di Martin J. Pring.

Con una prima infarinatura di analisi tecnica, potete iniziare a frequentare i corsi di base, pensati proprio per gli aspiranti trader.

Binck, in questo caso, ha ideato un percorso formativo gratuito che parte dal sito www.simulatoreditrading.it, passando dai webinar (ovvero seminari via web) per concretizzarsi poi nelle dieci tappe del Roadshow didattico che attualmente sta attraversando l'Italia.

Attraverso il Simulatore è possibile iniziare a fare pratica sui mercati senza rischi, senza contare la possibilità di rendersi conto del funzionamento di una piattaforma operativa.

Con i webinar, poi, è possibile seguire pillole formative su argomenti specifici tenute da relatori esperti, trader e analisti finanziari che svolgono da anni l'attività di formatori e sono in gradi di supportarvi nei primi passi in questo mondo.

Infine, le tappe del Roadshow sono un'occasione unica per apprendere dal vivo i consigli e le strategie di relatori esperti che da molti anni operano sui mercati. In queste tappe, inoltre, vengono presentati i concetti fondamentali della finanza e del comportamento efficace del trader attraverso la Cinefinanza, ovvero spezzoni di film di argomento finanziario commentati e analizzati nei loro meccanismi tecnici. Un modo non solo per divertirsi ma per fissare e memorizzare meglio concetti non sempre di immediata percezione.

Guarda la guida gratuita al trading online in video pillole per principianti


Il contenuto degli articoli, le opinioni espresse, i dati, le conclusioni e quant'altro non riflettono e non si deve in alcun modo ritenere che riflettano la posizione di BinckBank NV sull'argomento in quanto riflettono unicamente il punto di vista personale dell’autore. L'Autore non ha alcun rapporto di lavoro subordinato con BinckBank NV e pertanto è da ritenersi unico responsabile per il contenuto del seguente documento e delle relative opinioni espresse. Il Contenuto del presente documento è redatto a fini informativo/didattici e le informazioni in esso contenute non contengono e non si deve in alcun modo ritenere che contengano raccomandazioni o consigli in ambito d’ investimento forniti da BinckBank NV. Le informazioni fornite non devono essere intese quali raccomandazioni personalizzate a un cliente, riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario in quanto diffuse tra il pubblico mediante canali di distribuzioni di massa. BinckBank NV presta in Italia il servizio di execution only ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. BinckBank non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all'impiego di tali informazioni. Qualora il contenuto della presente comunicazione faccia riferimento a trattamenti di natura fiscale, si rammenta che l’eventuale trattamento fiscale dipende dalla situazione individuale e può variare tempo per tempo a seguito di eventuali modifiche normative.

Si raccomanda di prendere visione dei rischi connessi agli investimenti e dei rischi specifici degli strumenti finanziari di cui alla documentazione informativa messa a disposizione sul sito di BinckBank N.V. Le perdite possono essere superiori al capitale investito.

articoli più letti

Micro e-mini future BinckBank Italia
BINCK PORTA IN ITALIA I MICRO E-MINI FUTURE USA SUL MERCATO CME

14 maggio 2019



Film sul trading
FILM SUL TRADING: LA FINANZA RACCONTATA AL CINEMA

29 agosto 2018



Non sei ancora Cliente?
800 90 58 45
Sei già Cliente?
02 36016161

BinckBank N.V. - Succursale Italiana - Sede legale 20134 Milano Via G. Ventura, 5 - Cod. ABI 3423.1 - P.Iva 07546180964 - Codice Fiscale 93033680153 n. iscrR.I: Milano 1966215 - Aderente al Sistema di garanzia dei depositi dei Paesi Bassi e al Sistema di Compensazione e Garanzia degli investimenti dei Paesi Bassi - BinckBank N.V. è autorizzata e regolata dalla Banca Centrale Olandese (DNB) e dalla Autorità Olandese di Vigilanza dei Mercati Finanziari (AFM) - BinckBank N.V. è quotata su Euronext Amsterdam. BinckBank N.V. Succursale Italiana è vigilata dalla Banca d’Italia e dalla Consob.