ITALIA, CHE FARE?


Seguici live su binck.tv

 17 ottobre 2018


MONDO TRADING

L’Italia è, nostro malgrado, tornata sotto i riflettori dei mercati. Fino a qualche mese fa, infatti, le vicende legate al nostro Paese si potevano definire tutto sommato “periferiche”, con un impatto più interno che esterno.


Con l’approvazione della nota di aggiornamento del Def, invece, il governo italiano ha “sfidato” l'Unione Europea, con un deficit programmato per il 2019 al 2,4%. Il dialogo con la Commissione europea è già incominciato ed entro la fine di novembre verrà valutato la compatibilità della legge di bilancio con le regole in vigore e con gli impegni assunti in precedenza dal nostro Paese.
Nel frattempo, lo spread tra Btp e Bund (il differenziale tra i titoli di Stato italiani e tedeschi) continua a muoversi in area vicina a 300.
Un livello che alcuni analisti non considerano pericoloso, ma che per altri potrebbe allargarsi fino a quota 400. Una soglia che potrebbe creare diversi problemi anche alle banche, che potrebbero essere costrette ad effettuare aumenti di capitale per ripristinare i coefficienti patrimoniali.

In questo contesto si inseriranno, alla fine del mese di ottobre, i giudizi delle agenzie di rating sul nostro Paese, che si vocifera possano abbassare la qualità dei nostri titoli di Stato.
Bisogna, quindi, prestare molta attenzione a come muoversi sul mercato in questa fase, attraverso un’attenta selezione dei titoli, coprendosi dagli eventuali scossoni che potrebbero presentarsi.


SCOPRI IL MEGLIO DELLA PUNTATA DI BINCK TV


BinckBank NV presta in Italia il servizio di execution only ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni eventualmente fornite non contengono e non si deve in alcun modo ritenere che contengano raccomandazioni o consigli in ambito d investimenti forniti da BinckBank N.V. Le informazioni fornite non devono essere intese quali raccomandazioni personalizzate a un cliente, riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario in quanto diffuse tra il pubblico mediante canali di distribuzioni di massa. BinckBank non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze ed obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non è stata condotta in base ai requisiti normativi previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una mera comunicazione in ambito di marketing. Le informazioni basate su dati storici passati non costituiscono un indicatore affidabile di eventuali possibili risultati futuri. Si raccomanda di prendere visione dei rischi connessi agli investimenti e dei rischi specifici degli strumenti finanziari di cui alla documentazione informativa messa a disposizione sul sito di BinckBank N.V. Le perdite possono essere superiori al capitale investito.

Si raccomanda di prendere visione dei rischi connessi agli investimenti e dei rischi specifici degli strumenti finanziari di cui alla documentazione informativa messa a disposizione sul sito di BinckBank N.V. Le perdite possono essere superiori al capitale investito.

articoli più letti

Candele giapponesi
Grafico a candele giapponesi: come leggerlo

5 marzo 2018



Film sul trading
Film sul trading: la finanza raccontata al cinema

29 agosto 2018



Non sei ancora Cliente?
800 90 58 45
Sei già Cliente?
02 36016161

BinckBank N.V. - Succursale Italiana - Sede legale 20134 Milano Via G. Ventura, 5 - Cod. ABI 3423.1 - P.Iva 07546180964 - Codice Fiscale 93033680153 n. iscrR.I: Milano 1966215 - Aderente al Sistema di garanzia dei depositi dei Paesi Bassi e al Sistema di Compensazione e Garanzia degli investimenti dei Paesi Bassi - BinckBank N.V. è autorizzata e regolata dalla Banca Centrale Olandese (DNB) e dalla Autorità Olandese di Vigilanza dei Mercati Finanziari (AFM) - BinckBank N.V. è quotata su Euronext Amsterdam. BinckBank N.V. Succursale Italiana è vigilata dalla Banca d’Italia e dalla Consob.